DENDRONATURA N.2 2005

 

1. Cavagna A, Fin V (2005). Il trasferimento dell'area umida di Roncafort

 

Riassunto: Nella primavera del 2001 il Museo Civico di Rovereto segnalò l'esistenza di un'area umida di grande interesse floristico situata tra l'interporto doganale e la ferrovia del Brennero, circa 1,3 km a NNW di Roncafort. La zona era destinata a venire interessata dai lavori di infrastrutturazione a servizio del nuovo scalo merci. Verificata l'impossibilità di salvaguardare le specie in situ, il Servizio Parchi e Conservazione della Natura ha, quindi, messo in atto un progetto di trasferimento della zona umida, per cercare di salvare il patrimonio floristico della zona. Il sito scelto per ospitare le specie del prato umido, è la golena del fiume Adige situata a sud di Zambana Vecchia in corrispondenza dell'ampliamento del biotopo Foci dell'Avisio e dell'omonimo Sito di Importanza Comunitaria. I primi risultati del trasferimento sono più che soddisfacenti e fanno ben sperare nella sopravvivenza futura del prato ricostituito.

Download
Cavagna & Fin_2005.pdf
Documento Adobe Acrobat 3.8 MB

 

2. Gagliano C, Andriani V (2005). Gli alberi monumentali: legislazione in materia di tutela e valorizzazione

 

Riassunto: Negli ultimi anni la riduzione del patrimonio naturale e la crescente attenzione verso problemi ambientali e di conservazione della natura ha stimolato l'interesse di associazioni ed enti pubblici sull'importanza di tutelare e valorizzare le grandi piante monumentali. Alcune regioni si sono dotate di apposite leggi finalizzate alla promozione del censimento, della tutela e della valorizzazione di alberi, filari e alberate di alto pregio naturalistico.

Il presente lavoro passa in rassegna le principali leggi regionali che, in maniera specifica o generale, stabiliscono forme e modalità di tutela e valorizzazione degli alberi monumentali al fine di fornire i presupposti conoscitivi per proporre una regolamentazione organica in materia.

La situazione risulta essere diversificata a livello nazionale: solo 5 regioni hanno norme specifiche mentre le altre adottano misure di salvaguardia e valorizzazione di questi beni naturali all'interno di leggi di tutela ambientale di carattere generale; il maggiore interesse verso tale problematica è stato registrato al nord.

 

Abstract: In the last time the public and private association showed interest for environmental problem and also for the protection and valorization of monumental trees. Some Italian regions have specific laws lo promote and protect these trees.

This article reviews the main regional laws that, at different detail levels, define the strategies and ways to protect monumental trees. The results can become useful starting point to propose an organic regulation on this subject.

Download
gagliano & Andriani_2005.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.2 MB

 

3. Cirio M, Vazzola S, Ferrarato M, Meloni F (2005). Analisi ecosistemica nell'ambito del piano di tutela delle acque della Regione Piemonte

 

Riassunto: Nell'ambito del programma delle attività dell'ARPA Piemonte a supporto della predisposizione del Piano di Tutela delle Acque (previsto dal D.Lgs. 152/99) della Regione Piemonte, una delle componenti previste è quella relativa allo sviluppo di indagini finalizzate alla caratterizzazione ecosistemica delle fasce riparlali. L'ARPA Piemonte ha implementato un metodo di studio adattato all'esigenza di analisi di aste fluviali molto estese che non consentono analisi puntuali. Per fornire una sintesi dello stato delle risorse ecosistemiche e delle pressioni cui sono sottoposte si è fatto ricorso ad una serie di indicatori ambientali (relativi agli aspetti geomorfologici e vegetazionali, alla funzionalità della fascia filtro, agli impatti antropici e alle modificazioni dell'alveo). Ricorrendo alta fotointerpretazione in ambiente GIS sono state realizzate cartografie relative ai vari indicatori, che vengono aggregati in due indici sintetici di stato della risorsa e di pressione. I valori così ottenuti vengono attribuiti a tratti d'asta fluviale di lunghezza pari a circa due chilometri. Attraverso l'opportuno incrocio dei dati è possibile individuare tratti di asta fluviale caratterizzati da criticità o elevato pregio ambientale.

 

Abstract: In the field of activities undertaken by ARPA Piemonte and supporting the Piedmont Region's Water Management Plan, PTA (governed by Italian Legal Decree 152/99) one of the components provided for is that relative to the development of research aimed at the characterisation of river margin ecosystems. ARPA Pienrome had begun to implement a method of analysis adapted to the study of extensive river beds which would not otherwise permit more detailed analysis. In order to provide a synthesis of the state of ecosystem resources and the pressures to which they are subject, a series of environmental indicators has been employed relative to aspects of geomorphology, vegetation, functionality of the filter band, human impact and modifications to the river bed. Using the GIS program to aid photographic interpretation various maps have been drawn up relative to the various indicators which are then aggregated into indexes relative to the state of the (environmental) resources and pressures. The values thus obtained are attributed to sections of river bed approximately 2 kilometres in length. By, cross-referencing the data obtained it is possible to identify sections of the river bed which are characterised by environmental problems or zones with a particularly high naturalistic value.

Download
Cirio et al_2005.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.1 MB

 

4. Frisanco F (2005). Gli usi civici sui beni silvopastorali di Levico

 

Riassunto: Gli Usi civici sono diritti di godimento di diversa forma, di cui sono titolari i cittadini su un determinato ambito territoriale. Caratterizzano da secoli l'uso delle risorse del territorio montano, permettendone l'uso per i fabbisogni di ogni singola famiglia, ma garantendone l'interesse collettivo. Di importanza attuale sono i diritti di legnatico e di pascolo. Anche il vasto territorio di Levico, così come gran parte di quello del Trentino, è interessato agli Usi civici, in particolare a quelli di far legna e legname. In occasione di una revisione dei Regolamenti relativi al legnatico si è dovuta prendere in mano tutta la questione. Ne è uscito un quadro con aspetti storici e con problematiche attuali che si ritiene di interesse per gli addetti ai lavori, amministratori e forestali in particolare, per i cittadini aventi diritto, ma anche per quanti semplicemente hanno attenzione al territorio. L'attenzione a garantire il diritto dei censiti, la necessità di rivedere la coerenza del sistema con una pianificazione e una gestione selvicolturale unitaria e attenta, la necessità di una riappropriazione del patrimonio collettivo da parte della comunità; queste sono state le linee conduttrici che hanno portato al nuovo "Regolamento per la disciplina del diritto di uso civico di legnatico".

 

Abstract: Civic users are different types of rights of users of citizens belonging to a certain territory. They have characterized the mountain territory for centuries, allowing the usage for the needs of every single family, guaranteeing the general interest. Of current interest are the right of estovers and grazing right. The vast territory of Levico, as well as the territory of Trentino, is interested in Civic users, particularly in the making of wood and timber.

The need to deal with the whole issue was felt when revising the estovers Regulations. Historical aspects and current issues have emerged that are certainly interesting not only for authorized workers, administrators and forest workers, but also for citizens and those who care about the territory. The guidelines that have lead to the new "Regulations for the discipline of civic users and right of estovers" are the following: the attention to guarantee the right of census, the need to revise the coherence of the system with a careful and unified silviculture planning and management, the need of the community to regain possession of the public territory.

Download
Frisanco_2005.pdf
Documento Adobe Acrobat 3.8 MB

 

5. Giovannini G (2005). Il comparto delle imprese di utilizzazione forestale nella Provincia Autonoma di Trento

 

Riassunto: Le imprese di utilizzazione forestale rivestono un ruo­lo di primo piano all'interno della filiera foresta-legno. Il mantenimento della vitalità della filiera commerciale dei prodotti legnosi è prerogativa indispensabile per una gestione attiva del territorio montano. Risultati di un indagine condotta sulle imprese che operano in Provincia Autonoma di Trento.

 

Abstract: Forest exploitation companies have a role of primary importance in the forest-wood product chain. Maintaining the vitality of this commercial link for wood products is crucially important to the active management of moun­tain territories. Results of survey of the companies which operate in the Autonomous Province of Trento.

Download
Giovannini_2005.pdf
Documento Adobe Acrobat 3.0 MB