DENDRONATURA N.2 1999

 

1. Ciolli M (1999). GIS: stato dell'arte e prospettive di utilizzo in campo applicativo e scientifico

 

Riassunto: I GIS sono strumenti ormai entrati nell'uso comune non solo nell'ambito della ricerca o degli uffici pubblici che si occupano di gestione e pianificazione del territorio ma anche nell'ambito del lavoro professionale. Dalla comparsa dei GIS ad oggi, vi è stata una notevole evoluzione sia in termini di capacità di calcolo e di analisi territoriale, sia nella varietà dell'offerta di sistemi differenti per prezzo, prestazioni e bacini di utenza. Nonostante sia reperibile una grande quantità di informazioni sui GIS, al di fuori dell'ambiente degli operatori del settore vi è una diffusa disinformazione sulle reali caratteristiche di questi strumenti e sulle loro potenzialità. Questo lavoro si propone di chiarire alcuni concetti base circa questi strumenti ripercorrendone in breve la genesi in maniera critica e dando un quadro per quanto possibile completo sullo stato dell'arte e sulle prospettive di sviluppo e di utilizzo, sia per le istituzioni di ricerca, sia per gli enti pubblici, sia per i privati.

 

Abstract: The purpose or this work is to introduce the reader to the GIS world. GIS are used all over the world by public institutions for land planning and management, by research institutions to improve their results and by professionaIs. A genesis of GIS from the beginning to the present days is presented. The evolution of GIS is described emphasizing the criticaI nodes of their progression. An overview of the present situation of GIS world is described: systems features, data availability, medium instruction level of the personnel. The future development of GIS are outlined underlining some key points which must be improved.

Download
Ciolli_1999.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.8 MB

 

2. Zatelli P (1999). Sistemi GIS: metodologie e casi applicativi

 

Riassunto: Lo scopo del lavoro è introdurre il lettore al modo di ragionare utilizzato nell'ambito dei Sistemi Informativi Territoriali. Sono introdotti il calcolo di caratteristiche (pendenza, esposizione, ecc.) del terreno a partire: da modelli digitali del terreno, la creazione di ortofoto, l'utilizzo dell'algebra delle mappe, la classificazione di immagini, la creazione di mappe tematiche ed il loro confronto diacronico. È illustrato l'utilizzo di alcuni modelli integrati in un GIS per la valutazione deterministica del rischio di incendio e dello spreading di incendio. È presentato l'uso di un modello per uno scopo diverso da quello per cui è stato realizzato: un modello per il calcolo di ombre è utilizzato per la costruzione di mappe di visibilità di satelliti GPS.

 

Abstract: The aim of this work is to introduce the reader to the thinking models proper of the Geographical Information Systems. Several techniques are presented such as terrain description (slope. aspect, etc.) from digital terrain models, orthophoto creation, the use of maps algebra, image classifìcation, thematic map creation and their diachronic comparison. The applications of some built-in models in a GIS are introduced for the creation of fire risk maps and far fire spreading simulation. The re-use of a model for a different propose is presented: a model originally intended for the determination of shadows of the sun on the ground is used to create a map of GPS satellites' visibility.

Download
Zatelli_1999.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.2 MB

 

3. Carriero A (1999). La carta fisionomica della copertura forestale del Trentino

 

 

Riassunto: Sulla base delle informazioni contenute in oltre 900 piani ed inventari forestali è stata redatta, a cura del Servizio Foreste della Provincia Autonoma di Trento, la carta fisionomica della copertura forestale valida per l'intero territorio provinciale. Tale carta rappresenta un utile strumento di localizzazione, sul territorio provinciale, delle risorse legnose ed evidenzia la variabilità esistente nell'ambito delle formazioni forestali trentine. Nell'articolo viene illustra la metodologia seguita nella redazione della carta, i dati utilizzati, l'algoritmo di classificazione ed il prodotto deIl'elaborazione.

 

Abstract: Supported by more than 900 plans and inventories of forest management, the Forest Service of Trento has realized a map that shows the local forest distribution; the map also helps to localize forest resources and calls our attention lo the variability or local forest condition. This article points all methods, data and algorithms and explains the output of elaboration.

Download
Carriero_1999.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.7 MB

 

4. Furlanello C, Merler S, Potrich L (1999). GIS, DBMS e modelli predittivi per il monitoraggio e la pianificazione ambientale

 

Riassunto: In questo lavoro sono discusse le prospettive applicative aperte dall'integrazione di basi dati eterogenee, mappe digitali, immagini e flussi di informazioni territoriali per costruire metodi di monitoraggio e modelli numerici di cui si garantisce l'aggiornamento continuo. Il cuore di questi modelli è un ambiente GIS-DBMS, estensione di un classico sistema di gestione dei dati (DBMS) con le funzioni di un Sistema Informativo Geografico (GIS). Obiettivo di questo lavoro è mostrare come si possano costruire nuove applicazioni per la gestione ambientale introducendo in un sistema GIS-DBMS tecnologie software evolute. Sono discussi esempi applicativi per I'analisi dell'habitat faunistico, per il monitoraggio dei danni da ungulati alla silvicultura, per il miglioramento ambientale e per il monitoraggio degli investimenti stradali di selvatici.

 

Abstract: This paper introduces an approach to the integration of heterogeneous data-bases, digitai maps, images and territorial information flows in order to build monitoring models on a landscape scale providing a continuos updating. The core of such a methodology is a GIS- DBMS environment, which is an extension of a classic system of data management (DBMS) with the functionality of a Geographic lnformation System (GIS). It is shown that new application for environmental management can be obtained by introducing advanced software technologies in a GIS-DBMS. Examples are given of applications for wildlife habitat mapping, for the monitoring of the damage to forest renovation due to deer browsing, f'or the improvement of wildlife resources and for the monitoring of the effects of road-kills on wildlife.

Download
Furlanello et al_1999.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.3 MB

 

5. Bottai L (1999). Uso dei dati satellitari per la classificazione ed il monitoraggio delle aree forestali

 

Riassunto: I dati da satellite sono stati recentemente usati per mappare e monitorare aree coperte da foreste. Il presente lavoro analizza i potenziali utilizzi nel settore forestale ed ambientale presentando tre di verse applicazioni operative. La mappatura delle tipologie forestali e quelle di copertura del suolo sono possibili utilizzando sofisticati algoritmi d'analisi con inclusione di probabilità a priori in modo da considerare non solo l'informazione spettrale contenuta nei dati satellitari, ma anche quelle ausiliarie derivabili da GIS. Il monitoraggio dei danni incendio e danni più lievi, dovuti a cause naturali e non, è reso possibile utilizzando metodi di stima basati su logiche fuzzy e tecniche decorrelanti.

 

 

Abstract: Satellite data have been recently used to map and monitoring forest areas. The present work analyses the potential uses in the environmental and forest field, presenting three different applications. It is possible to map the different forestry typology and land use classes with classification algorithms based on the inclusion of prior probability in order to consider not only the spectral information but also the ancillary information derived from the GIS. The damage monitoring, fires and damage due to natural and human cause, are performed using estimation method based on fuzzy classification logic and decorrelation technique.

Download
Bottai_1999.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.0 MB

 

6. Ferretti F, Gardin L (1999). Immagini da satellite, GIS e incendi boschivi: un'applicazione a livello regionale

 

Riassunto: Viene descritto il lavoro svolto per la realizzazione della carta storica degli incendi boschivi per la Regione dell'Umbria, il cui obiettivo è la rappresentazione spaziale degli incendi nel periodo 1986-98. Questo al fine di spiegare la dimensione territoriale, l'andamento del fenomeno degli incendi e le relazioni di questo con gli altri aspetti ambientali e sociali. Sono state inoltre, verificate con esito positivo le potenzialità descrittive del materiale utilizzato: immagini da satellite LANDSAT TM per gli anni 1992-98, integrate con le informazioni raccolte a cura del Corpo Forestale dello Stato per gli anni 1986-98.

  

Abstract: In this work we describe the creation of the forest fires historical map or Umbria District with regard lo 1986-98 years. The aim of this map is to interpret dimensions and trend of fire event and its connections with different social and environmental aspects. We have also verified the good geographical descriptive potentialities of materials utilized in this work, that is to say LANDSAT TM satellite images (years 1992-98) and data collected by State Forest Service (years 1986-98).

Download
Ferretti & gardin_1999.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.9 MB

 

7. Scrinzi G, Picci M, Floris A (1999). Analisi in ambiente GIS per la valutazione del grado di infrastrutturazione viaria delle aree forestali

 

Riassunto: I parametri ideati da Hippoliti per il dimensionamento quantitativo dello sviluppo ideale della viabilità di servizio al bosco hanno sempre dimostrato, al pari di una sostanziale validità teorica, evidenti difficoltà nel trasferimento operativo laddove vanno tradotti nella realizzazione di carte tematiche dello stato di infrastrutturazione delle aree forestali su scenari concreti.

L' introduzione dei GIS ha reso possibile automatizzare tale fase e scopo dello studio è stato quello di sviluppare la metodologia di elaborazione specifica che viene illustrata.

I dati in input Il necessari sono costituiti da un modello digitale del terreno e da un layer della viabilità presente sul territorio esaminato. Entrambi sono stati forniti dal Servizio Foreste della Provincia Autonoma di Trento per lo scenario deIl'Altopiano di Pinè, rispetto al quale viene presentato un esempio di applicazione del metodo.

 

Abstract: This paper describes a procedure aimed at calculating an index of forest road dotation for each territorial unit of a given scenery, in this way producing a thematic map of the road network. It has been carried aut with the aid of a GIS package (ArcView) and using digital information both in vector and raster format.

The index calculation algorithm has been determined starting from the criteria enounced by Hippoliti, which are still widely adopted by Italian foresters but have been so far scantly transferred in thematic maps, because of the lack or suitable informatic tools.

The necessary input data are the DTM and the layer of all the roads (both ordinary and forest) of the territory considered. In our case study. which refers to Altopiano di Piné (Trentino), such data was supplied from the Forest Service of the Provincia Autonoma di Trento.

Download
Scrinzi et al_1999.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.7 MB

 

8. Pira G, De Natale F (1999). La gestione dei dati digitali territoriali nell'attività forestale. Alcune esperienze di programmazione come integrazione nell'uso dei GIS

 

Riassunto: L'esigenza di gestire dati territoriali digitali è oramai molto diffusa anche nel mondo forestale e a questo scopo gli strumenti più idonei sono senza dubbio le tecniche GIS. Alle dffiicoltà incontrate da parte di tecnici non specializzati nell'orientarsi nel mondo dei GIS si risponde sempre più frequentemente realizzando pacchetti su misura, con interfacce e moduli "personalizzati" in base al settore di applicazione. La programmazione diviene dunque essenziale per una gestione flessibile dei dati digitali. Il lavoro presenta alcune applicazioni realizzate al fine di facilitare la ricerca e l'utilizzo della banca dati digitale prodotta dalla Provincia Autonoma di Trento per il territorio del Trentino. Le applicazioni riguardano in particolare la ricerca di file della Carta Topografica Generale, l'estrazione di porzioni di grid o di tabelle di dati del DTM relative a zone definite del territorio, la visualizzazione tridimensionale del territorio. 

 

 

Abstract: The need of using digital geographic data is very popular in forestry and the more suitable toots for this goal are surely tile GIS techniques. The difficulties for non-specialized people in using GIS can be overcome with the development of personalized packages, with special interfaces and modules adapted for particular field of application. The programming has become very important to make flexible the management of geographic digital data. This paper presents some applications realized in order to make easier the search and the use of the digital data available for the Provincia of Trento. These applications are related to the search for files or the topographic map, to the extraction of a part of a grid or of a table of attributes from the DTM, aimed at covering a defined zone, and to the visualization 3D.

Download
Pira & De Natale_1999.pdf
Documento Adobe Acrobat 3.1 MB

 

9. Arnoldi E (1999). Il Sistema Informativo Ambiente eTerritorio della Provincia autonoma di Trento con particolare riferimento al settore agricolo

Download
Arnoldi_1999.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.3 MB